Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2009

Windows XP - Visualizzare l'utente Administrator al Logon

Condividi Come tutti sappiamo, l'utente Administrator non compare nella lista degli utenti, poiché è disabilitato per default. Ora, può essere necessario attivare l'Amministratore con tutti i criteri (e non solo da Modalità Provvisoria) per poter eseguire delle operazioni. Come facciamo? Per attivare questo utente, dobbiamo scendere nel cuore del sistema e mettere mano al Registro di Configurazione: 1 - Start -> Esegui -> regedit così accediamo al registro 2 - Accedere alla seguente posizione HKEY_LOCAL_MACHINE\SOFTWARE\Microsoft\Windows NT\CurrentVersion\Winlogon\SpecialAccounts\UserList A questo punto clicchiamo il tasto destro del mouse e Nuovo -> Valore DWORD Rinominiamo il valore appena creato in Administrator e clicchiamo sopra due volte In Dati Valore , inseriamo 1 (lasciando Base su Esadecimale ) e poi clicchiamo su OK A questo punto riavviamo il PC ed il nostro Administrator sarà li presente Ovviamente per disabilitare la visualiz

Windows PE - Accedere alle cartelle protette del disco rigido

Condividi A volte capita che il nostro sistema, il più delle volte in seguito a qualche tipo di errore, ci neghi l'accesso a file o cartelle, adducendo il problema ad una protezione. Spesso capita che la cartella (che proprio non vuole saperne di farci accedere) è quella che contiene i dati importanti sul quale stiamo lavorando noi o il nostro staff. Che fare? La prima soluzione su cui possiamo optare è quella di staccare il disco rigido dal PC che usiamo (fisso o portatile, personalmente il problema mi è capitato su un portatile) e lo colleghiamo via USB su un altro PC provando ad accedere al disco rigido dall'esterno (detto anche " accesso dall'alto "), cioè col sistema operativo che abbiamo sul PC cui abbiamo collegato il disco rigido. Può capitare, però, che anche accedendo come Administrator da logon, nenanche il superutente del computer cui è attaccato il disco con la cartella bloccata, ci consenta di accedere ai file. A questo punto, immaginiamo già

Windows PE - Eseguire una scansione al disco rigido

Condividi Ho introdotto come creare una penna USB (o Memoria SD) con Windows PE . Ora vediamo come usare il WinPE per poter effettuare una scansione al Disco Rigido del PC usando solo la consolle a caratteri. E' noto a chi usa Windows che molti dei problemi che si verificano sono relativi alla possibile perdita di catene di informazioni (chain) all'interno del disco rigido, soprattutto se questo, in linea di massima non viene mai effettuata la manutenzione ordinaria. Una volta avviato il Windows PE da pennetta, compare la consolle, con il seguente percorso: X:\windows\system32 a questo punto possiamo scrivere il seguente comando: chkdsk /F /R c: se nel caso ci troviamo a dover analizzare il disco rigido C. Più in generale chkdsk /F /R : se vogliamo analizzare e recuperare una qualsiasi unità presente sul PC Su Windows 7 ed in particolare su Windows 8 si può usare una scansione, molto più approfondita usando la seguente sintassi dal Prompt dei comandi

Obama Nobel per la Pace 2009

Obama Nobel per la Pace 2009 "Wow!", la prima reazione alla Casa Bianca 09 ottobre, 14:59 ( ansa.it ) ROMA - Barack Obama ha vinto il Nobel per la pace 2009. Il presidente Usa è stato insignito del premio "per i suoi sforzi straordinari nel rafforzare la diplomazia internazionale e la cooperazione tra i popoli", si legge nella motivazione. "Il Comitato ha dato grande importanza all'impostazione di Barack Obama ed ai suoi sforzi per un mondo senza armi nucleari", ha detto il presidente del Comitato per il Nobel, Thorbjoern Jagland. Nell'annunciare il premio, Jagland ha precisato che forse ad alcuni l'assegnazione al neopresidente americano può essere considerata

Attaccate le E-Mail di Google e Yahoo

Internet: Google, Contro Gmail Attacco Hacker a Livello Industriale (ASCA) - Roma, 6 ott - Gmail sotto l'attacco degli hacker a caccia di password e dati personali. Google ha confermato oggi a BBC News che il suo sistema di posta elettronica e' diventato il bersaglio preferito del ''phishing'', il metodo con il quale, attraverso falsi siti, i pirati informatici convincono gli utenti a rivelare i propri dati. ''Di recente siamo in allarme per colpa di uno schema di phishing di livello industriale, ma quando ci siamo accorti dell'attacco abbiamo resettato le password degli account che erano stati colpiti'', ha detto un portavoce di Google, sottolineando che la minaccia non e' dovuta ad una falla dei sistemi di sicurezza, ma si basa sull'inganno nei confronti degli utenti, che dalla mail vengono indirizzati su siti web fantasma che servono proprio a rubare password, nickname e numeri di conto in banca. Secondo i dati forniti da Google,