Passa ai contenuti principali

Post

Windows 11 - Creare il supporto di installazione per i vecchi PC senza le specifiche richieste

Nel Post  Windows 11 - Creare il supporto installazione compatibile anche con i vecchi computer non TPM 2.0 del 02 ottobre 2021 , analizzai come fare un dispositivo per l'installazione di Windows 11 senza le specifiche stringenti che Microsoft richiede per installare il nuovo sistema operativo.
Post recenti

Clonezilla - L'arte di Ghostare due dischi con un programma Free

Nei due decenni scorsi (gli ultimi dell'anno 2000 e nei primi dell'anno 2010) il programma per clonare sistemi era Norton Ghost , che ho trattato in alcuni post anni fa. Com'è noto a chi lavora costantemente con i sistemi operativi, Norton Ghost è rimasto fermo alla versione 15.0.1.36526 (24 novembre 2009), ovvero a più di un decennio fa e chi ha provato a fare delle clonazioni di sistema si sarà reso conto che Windows 10 e 11 non sono supportati

Windows 11 - Aggiornare Windows 10 a Windows 11 su un PC senza specifiche minime

Da quanto Microsoft ha dato le specifiche di Windows 11, ovviamente una grande fetta di PC che abbiamo ancora in uso, e performanti per le nostre attività quotidiane sono tagliate fuori dai giochi. Avevamo già affrontato il discorso circa un anno fa, quando uscì la prima versione di Windows 11, che installammo usando una serie di applicazioni che modificavano l'iso di partenza. Con la data del 14 ottobre 2025 (tra 3 anni) Microsoft terminerà il supporto per Windows 10 (circa 10 anni di vita) per lasciare spazio solo a Windows 11 e/o superiori

Hardware - Aggiornare il TPM dei computer HP da 1.2 a 2.0 per Windows 11

Circa un anno fa illustrai come installare Windows 11 su un PC che non aveva il TPM (Trusted Platform Module) 2.0, ma che si fermava a 1.2 . Un problema abbastanza grosso, certo, ma tutto sommato non proprio insormontabile. Alcuni costruttori, come HP (nostro caso di riferimento), possono upgradare il firmware del dispositivo da 1.2 a 2.0, attraverso una procedura non proprio semplice, ma sicuramente interessante dal punto di vista informatico.

Windows 10/11 - Condividere una cartella in Internet

Nel post  Windows 10/11 - Condividere una cartella in Rete non usando il proprio account personale , abbiamo analizzato come condividere una cartella su una rete locale utilizzando una chiave terza che può essere condivisa con altri utenti senza inficiare i nostri dati, la nostra macchina. E' ovvio che da molti anni a questa parte, da quando le line DSL (Asimmetriche o meno) hanno consentito di poter avere una connessione più fluida praticamente simile (best effort) a quella di una rete locale classica

Windows 10/11 - Condividere una cartella in Rete non usando il proprio account personale

Quando si condivide una cartella in rete con Windows 10/11 si ha il grande problema, conseguenza della nuova struttura di condivisione SMB v2.0 introdotta tempo a dietro su Windows Vista/7, per arginare le problematiche di sicurezza che SMB v1.0 aveva, e per cui Windows XP fu incolpato (molto ingiustamente) di essere poco sicuro. In buona sostanza, per accedere alle cartelle condivise su una rete (sia essa di ufficio o casalinga) è necessario dare le chiavi (login e password) per usare i dati. Ovviamente sfido chiunque a dare le proprie credenziali al collega, al parente di turno per far accedere al proprio PC.

Windows 10 - Pianificare gli indirizzi IP di una Rete Locale

Pianificare una serie di indirizzi IP in una rete locale, può essere importante per poter gestire una serie infinita di operazioni che si  possono fare con le reti. Per pianificazione degli IP, intendiamo, tutti quegli indirizzi che si trovano "al di qua del router" ovvero tutti quelle macchine (PC, Stampanti, smartphone, SmartTV, ecc) che sono collegati al router per andare su Internet.