Passa ai contenuti principali

Windows 7 sarà Vista ma 2.0

In attesa di ulteriori rivelazioni e dettagli sul gettonatissimo Windows 7, oggetto di hype e attenzioni morbose da tempo, il CEO di Microsoft Steve Ballmer assicura e assieme spaventa la folla presso il Symposium ITxpo di Orlando sul fatto che il prossimo sistema operativo di Redmond sarà esattamente come Vista, "solo molto meglio".

"Windows Vista è un buon sistema, Windows 7 è Windows Vista con un'interfaccia più pulita e miglioramenti nella performance" ha dichiarato Ballmer incalzato dagli analisti: "Io non sto incoraggiando nessuno ad attendere, io adotterei Vista subito".

Steve Developers Ballmer difende le scelte di Redmond anche se, ad essere del tutto onesti, a Vista non è andata proprio benissimo tra i consumatori, tra le aziende e soprattutto nella percezione generale presso il grande pubblico. I casi, sovente clamorosi, di incompatibilità strutturale tra Vista e XP, assicura Ballmer, non si ripeteranno con Windows 7 perché il codice di base è lo stesso.

Il CEO-mastino di Microsoft viene poi sfruculiato sull'altrettanto annosa questione della importanza delle release di Windows, che in un'ottica di ciclo di vita dei sistemi operativi vedrebbe Vista come una "major release" e, conseguentemente, Seven come una "minor release". "È una vera release" sostiene invece Ballmer, "perché c'è molto più lavoro di quello necessario per una minor release. È venuto fuori che si può fare molto di più di una semplice release intermedia in quello che è essenzialmente un periodo di tempo di due anni e mezzo".

Anche Microsoft, dunque, si dimostra convinta del fatto che occorra fare di più, con Windows 7, per riconquistare il portafogli ma soprattutto il cuore degli utenti di PC, bloccare l'emorragia di switcher verso Linux e Mac e riaffermare, nonostante tutto, la centralità del business del sistema operativo monolitico nel moderno panorama dell'IT e in quello futuro.

Seven sarà un passo avanti notevole rispetto a Vista, lo dice Ballmer e lo sperano in molti. Per quanto riguarda lo sviluppo pratico del nuovo sistema, ad ogni modo, pare che la strategia adottata da Microsoft sia piuttosto differente da quanto fatto in passato: un insider a contatto con il cuore di codice dell'OS prossimo venturo parla di piccoli team composti da tre persone messi al lavoro su specifiche caratteristiche, con un conseguente approccio allo sviluppo maggiormente integrato e una gestione più trasparente delle singole componenti del sistema operativo.

Su tutto, poi, la rinnovata strategia di sviluppo permetterebbe di tagliare drasticamente i tempi di "shipping", di distribuzione ai produttori e ai rivenditori del sistema fatto e completo. Il gruppo di lavoro di Seven non è per niente preoccupato, dice la fonte, di tagliare via caratteristiche troppo complicate o dispendiose da implementare per ridurre i tempi complessivi di realizzazione del prodotto. E questo, pensando a vecchie rivoluzioni nate già morte, non è detto che sia una notizia del tutto positiva.


Commenti

Post più popolari

Mac OS X - Installare ed usare una stampante sul Print Server GetNet 3 Port 2 USB e 1 LPT

Abbiamo visto come installare il Print Server GetNet 3 in 1 sui più diffusi sistemi operativi Windows (vedi articoli correlati in fondo al post). La "scatoletta" ha anche un protocollo di comunicazione Apple Talk, quindi può essere collegata (fare da tramite) anche a stampanti che abbiano la gestione post script integrata (quasi tutte le stampanti salvo quelle del gruppo Ricoh che hanno bisogno di un apposito moduol installato) sul Mac. Print Server GetNet 1 Parallela e 2 USB Il metodo di installazione è molto simile a quello visto su Windows, con la differenza sostanziale che non è necessario scegliere tra moltissimi modelli, ma si gestisce in modo più semplice. Purtroppo sul Mac non è possibile (allo stato attuale) collegare print server di tipo TP-Link, ovvero replicatori di porta USB su Lan, in quanto non esiste un driver adatto. Detto questo, consideriamo la stampante che vogliamo collegare al Mac. Il caso che abbiamo usato nei precedenti post,

BlackBerry - Importare i dati da altri cellulari

English translated post Un amico mi porta un BlackBerry Pearl 8110 e mi chiede di trasferire i dati dal suo cellulare Nokia a questo telefono. Premesso che personalmente non ho mai reputato il BlackBerry un telefono "semplice", l'operazione si è reputata piuttosto complessa. Scartata l'idea di mandare i vcard via bluetooth (come si fa con quasi tutti i Nokia e Samsung), l'unica alternativa è quella di appoggiarsi a Microsoft Outlook !!! Come fare? 1 - Installare il Microsoft Outlook (XP o 2003) nel proprio PC 2 - Installare (nel caso specifico del Nokia) il programma Nokia PC Suite 3 - Sincronizzare solo la Rubrica (ovviamente dipende sempre se il cellulare Nokia è il Vostro o di un Vostro amico) del Nokia con l'Outlook, così che tutti i dati presenti nella Rubrica siano copiati nella sezione Contatti dell'Outlook 4 - Scaricare l'ultima versione del BlackBerry Desktop Manager (se il pacchetto è quello Vodafone, la versione sul CD non è mo

Joomla! - Mettere la testata in Stampa

Come è noto Joomla! è uno dei più usati CMS (Content Managment System) che consente di avere un ambiente (environment) sul quale costruire e sviluppare siti e portali. Uno dei problemi più noti è quello di poter inserire la testata nel file da stampare. Ad esempio se il mio sito si chiama dicecca.net - Blog ed ha un logo particolare che voglio pubblicare come testata, nella conformazione classica, non posso farlo. Come risolvere? Premesso che tutto il sistema è scritto in linguaggio PHP, il file che viene chiamato in causa è component.php che si trova nella cartella /[sito (1)] /templates/system Il file ( che è possibile scaricare qui in formato testo ), alla riga 40 inizia il Body del testo. Alla riga 41 inizia l'inclusione del testo dell'articolo che si è deciso di stampare, che a sua volta viene aperto in una finestra popup. Dando un taso invio, dalla riga 41 è possibile inserire il riferimento ad una immagine e/o un formattato HTML della testata del nos