Passa ai contenuti principali

MacOS - Usare Cloud Ready su un Apple iMac




Se su un PC è possibile usare, in linea generale, qualsiasi Sistema Operativo sviluppato per piattaforma Intel x64 o x86, vale lo stesso discorso su un iMac (ovviamente Intel?)

In linea di massima si e non è neanche molto complesso.

In primo luogo si deve creare una penna partente con il sistema operativo CloudReady, che è stato recentemente comprato da Google ed è una delle varianti Chrome OS, il Sistema Operativo Chrome based di Google.


Di questo sistema operativo esistono concettualmente due versioni: uno gratuito per home use, ed una serie a pagamento per scopi commerciali.

Il tutto si basa su una account Google (GMail per intenderci) sul quale il sistema baserà i propri dati.

Va detto in partenza, che a differenza di Chrome OS, che consente anche di usare app di Google Play per estendere il supporto applicazioni, qui non ce ne sono, ma si basa esclusivamente su Chrome e sulle Web App installate (le PWA di cui abbiamo discusso su questo Blog in passato).

Va ancora aggiunto che se il PC/Mac che usa questo sistema non è connesso, tutto sommato non si può fare nulla!!!

Fatto queste premesse, vediamo come creare la penna e come farlo partire dal Mac.


Creiamo il supporto per CloudReady

In primo luogo partiamo dal sito: Neverware (clicca qui), ed è consigliabile passare da Windows per creare la pennina partente

In secondo luogo serve una pennina da almeno 8/16GB per far partire il programmino della Neverware che ci crea direttamente il supporto (un po' come Microsoft con Windows)


Cliccando su Download USB Maker, viene scaricato il middleware per installare il sistema su pennina

Una volta terminato il processo (indicare esattamente la Vostra penna per evitare danni), andiamo al Mac.

Colleghiamo la penna ad una delle porte libere dietro il Mac e accendiamo tenendo premuto il tasto  ALT fino alla comparsa della prossima immagine




Tastiera Mac



Col mouse o con i tasti freccia andiamo su EFI Boot (così viene vista la penna partente) e diamo invio (clicchiamo il tasto SX del Mouse) ed aspettiamo

Ci vorrà un pochino (dipende dalla velocità della penna), finché non compare la seguente schermata




Cliccando su English (United States) possiamo cambiare la lingua del sistema e della tastiera



Cliccando su Ok torniamo alla pagina inziale in Italiano



Cliccando il pulsante come iniziare, il sistema ci chiede la password del Wi-Fi (cosa che non accade, ovviamente, con la rete a cavo.

Preparato il Mac (PC), dobbiamo accedere con nostro account Google


Passato il minimale tempo di gestione dell'account ChromeBook, possiamo accedere


Ovviamente l'uso di CloudReady - Chrome OS lo approfondiremo in un altro post, ma resta interessante come il Mac tutto sommato ci consente di accedere a sistemi diversi da quello suo....





Commenti

Post più popolari

Mac OS X - Installare ed usare una stampante sul Print Server GetNet 3 Port 2 USB e 1 LPT

Abbiamo visto come installare il Print Server GetNet 3 in 1 sui più diffusi sistemi operativi Windows (vedi articoli correlati in fondo al post). La "scatoletta" ha anche un protocollo di comunicazione Apple Talk, quindi può essere collegata (fare da tramite) anche a stampanti che abbiano la gestione post script integrata (quasi tutte le stampanti salvo quelle del gruppo Ricoh che hanno bisogno di un apposito moduol installato) sul Mac. Print Server GetNet 1 Parallela e 2 USB Il metodo di installazione è molto simile a quello visto su Windows, con la differenza sostanziale che non è necessario scegliere tra moltissimi modelli, ma si gestisce in modo più semplice. Purtroppo sul Mac non è possibile (allo stato attuale) collegare print server di tipo TP-Link, ovvero replicatori di porta USB su Lan, in quanto non esiste un driver adatto. Detto questo, consideriamo la stampante che vogliamo collegare al Mac. Il caso che abbiamo usato nei precedenti post,

BlackBerry - Importare i dati da altri cellulari

English translated post Un amico mi porta un BlackBerry Pearl 8110 e mi chiede di trasferire i dati dal suo cellulare Nokia a questo telefono. Premesso che personalmente non ho mai reputato il BlackBerry un telefono "semplice", l'operazione si è reputata piuttosto complessa. Scartata l'idea di mandare i vcard via bluetooth (come si fa con quasi tutti i Nokia e Samsung), l'unica alternativa è quella di appoggiarsi a Microsoft Outlook !!! Come fare? 1 - Installare il Microsoft Outlook (XP o 2003) nel proprio PC 2 - Installare (nel caso specifico del Nokia) il programma Nokia PC Suite 3 - Sincronizzare solo la Rubrica (ovviamente dipende sempre se il cellulare Nokia è il Vostro o di un Vostro amico) del Nokia con l'Outlook, così che tutti i dati presenti nella Rubrica siano copiati nella sezione Contatti dell'Outlook 4 - Scaricare l'ultima versione del BlackBerry Desktop Manager (se il pacchetto è quello Vodafone, la versione sul CD non è mo

Joomla! - Mettere la testata in Stampa

Come è noto Joomla! è uno dei più usati CMS (Content Managment System) che consente di avere un ambiente (environment) sul quale costruire e sviluppare siti e portali. Uno dei problemi più noti è quello di poter inserire la testata nel file da stampare. Ad esempio se il mio sito si chiama dicecca.net - Blog ed ha un logo particolare che voglio pubblicare come testata, nella conformazione classica, non posso farlo. Come risolvere? Premesso che tutto il sistema è scritto in linguaggio PHP, il file che viene chiamato in causa è component.php che si trova nella cartella /[sito (1)] /templates/system Il file ( che è possibile scaricare qui in formato testo ), alla riga 40 inizia il Body del testo. Alla riga 41 inizia l'inclusione del testo dell'articolo che si è deciso di stampare, che a sua volta viene aperto in una finestra popup. Dando un taso invio, dalla riga 41 è possibile inserire il riferimento ad una immagine e/o un formattato HTML della testata del nos