Passa ai contenuti principali

CentOS 7 - Installare l'interfacia grafica X-Window KDE


In questo post analizzeremo come riciclare un vecchio PC Asus EEE PC 1005-H come macchina Linux con desktop grafico.

In questo post vediamo come installare l'interfaccia KDE su un CentOS 7

Nulla vieta, però, che si possano anche usare le altre impostazioni viste sin qui in dEC System IV.


Introduzione al problema del riciclo delle macchine

Questa parte è tranquillamente bypassabile, ma illustra il progetto che sto portando avanti per una consapevole gestione delle macchine datate in ambito aziendale/privato.

Nel post Windows 11 - Creare il supporto di installazione per i vecchi PC senza le specifiche richieste, nella parte introduttiva alla soluzione, iniziavo, come in questo  caso, un'analisi del problema della tecnologia cosiddetta superata soffermandomi su come molti PC vecchi, ma alcuni solo di età, ma non nei fatti reali.

Nel caso specifico considerare vecchio un PC i7 con 16GB di RAM e 1GB di scheda video dedicata (ma potrebbe essere benissimo un Surface della prima ora con i5 e 4GB di RAM), solo perché è del 2011 e perché non possiede alcune componentistiche dell'ultima ora (TPM e avvio protetto su tutti, oltre la processore non in lista) diventa quantomeno surreale per quello che si può fare e non fare con una macchina di questa portata.

La mia visione, opinabile naturalmente, è quella che non si può buttare un PC solo perché vecchio e qui Linux da una mano.

Il PC in uso è un vecchio (classe 2009/2010) Asus EEE PC 1005-H biprocessore Intel Atom 32bit e con 2GB di RAM, che si e no supporta Windows 7 Starter (ottimo con l'immortale Windows XP), ma che con un sistema leggermente meno pesante può fare ancora la differenza.

Del resto Linus Torvalds (il padre di Linux) si chiedeva se valesse la pena ancora includere nel kernel codice per i486, processore tendenzialmente "morto" per l'utenza classica PC dal 1995 circa (quando il Pentium di affermò sul mercato, da un progetto del 1993) ma di fatto ritirato "solo" nel 2007 e lanciato nel 1989, come il suo predecessore Intel 80386, lanciato nel lontano 1985 ed anch'esso ritirato nel 2007.

Entrambi i circuiti sono stati usati, nelle versioni successive per prodotti di tipo embedded.

Esiste quindi un sistema circolare, tanto vale provarci... anche perché possiamo non considerare buttati i soldi investiti nel corso degli anni.

Del resto i sistemi ormai lavorano in remoto con i "server" che forniscono servizi, e se un PC, ad esempio un predecessore di questo Asus, il EEE PC 900 è ancora usabile come "terminale stupido" perché non provare a gestire queste macchine come terminali ad uso specifico (quasi embedded)?


Installiamo i pacchetti dell'interfaccia grafica

In prima battuta dobbiamo installare i pacchetti dell'interfaccia grafica. Si può scegliere tra la KDE e GNOME.

In questo post abbiamo scelto KDE, ma se si preferisce (o provare) GNOME, alla riga 1 basta modificare kde con gnomeyum groupinstall "gnome" "X Window System" -y


1 -  yum groupinstall "kde" "X Window System" -y



A questo punto si dovrà aspettare che il sistema risolva le dipendenze e installi i circa 456MB di dati







A questo punto dobbiamo riavviare la macchina usando al solito


shutdown 0 -r


Una volta riavviato il PC il sistema si presenterà ancora con accesso alla stessa interfaccia a caratteri, quindi:

2 - systemctl get-default 



3 - sudo systemctl set-default multi-user.target


A questo punto dobbiamo riavviare, usando anche la seguente sintassi rispetto a shutdown 0 -r


4 - sudo systemctl reboot




dopo il riavvio, sono necessari altri passi:


5 - systemctl get-default



A questo punto abbiamo due strade o quello di far partire l'interfaccia grafica a comando da terminale o farla partire per default all'avvio del PC

Nel caso si voglia partire l'interfaccia da terminale basta scrivere

startx

al prompt dei comandi e sul PC dove è ospitato CentOS parte l'interfaccia grafica, in caso contrario, ovvero far partire con interfaccia grafica all'avvio, basta seguire i punti 6 et 7


6 - sudo systemctl set-default graphical.target


7 - sudo reboot


In entrambi i casi si arriva qui, solo che se si eludono i punti 6 et 7 ad ogni riavvio il sistema torna alla sua interfaccia a caratteri classica



Va ricordato che a prescindere se si usa il PC con interfaccia grafica o meno, ogni volta che ci si connette con SSH (putty o ssh da Windows 10/11) l'interfaccia è sempre e solo a caratteri.

Per usare l'interfaccia grafica da remoto è necessario installare xrdp (un parente strettissimo del Desktop Remoto di Windows) ed usare appunto, da Windows Connessione a Desktop Remoto.

Ma questo sarà oggetto di un altro post.





Commenti

Post più popolari

Mac OS X - Installare ed usare una stampante sul Print Server GetNet 3 Port 2 USB e 1 LPT

Abbiamo visto come installare il Print Server GetNet 3 in 1 sui più diffusi sistemi operativi Windows (vedi articoli correlati in fondo al post). La "scatoletta" ha anche un protocollo di comunicazione Apple Talk, quindi può essere collegata (fare da tramite) anche a stampanti che abbiano la gestione post script integrata (quasi tutte le stampanti salvo quelle del gruppo Ricoh che hanno bisogno di un apposito moduol installato) sul Mac. Print Server GetNet 1 Parallela e 2 USB Il metodo di installazione è molto simile a quello visto su Windows, con la differenza sostanziale che non è necessario scegliere tra moltissimi modelli, ma si gestisce in modo più semplice. Purtroppo sul Mac non è possibile (allo stato attuale) collegare print server di tipo TP-Link, ovvero replicatori di porta USB su Lan, in quanto non esiste un driver adatto. Detto questo, consideriamo la stampante che vogliamo collegare al Mac. Il caso che abbiamo usato nei precedenti post,

BlackBerry - Importare i dati da altri cellulari

English translated post Un amico mi porta un BlackBerry Pearl 8110 e mi chiede di trasferire i dati dal suo cellulare Nokia a questo telefono. Premesso che personalmente non ho mai reputato il BlackBerry un telefono "semplice", l'operazione si è reputata piuttosto complessa. Scartata l'idea di mandare i vcard via bluetooth (come si fa con quasi tutti i Nokia e Samsung), l'unica alternativa è quella di appoggiarsi a Microsoft Outlook !!! Come fare? 1 - Installare il Microsoft Outlook (XP o 2003) nel proprio PC 2 - Installare (nel caso specifico del Nokia) il programma Nokia PC Suite 3 - Sincronizzare solo la Rubrica (ovviamente dipende sempre se il cellulare Nokia è il Vostro o di un Vostro amico) del Nokia con l'Outlook, così che tutti i dati presenti nella Rubrica siano copiati nella sezione Contatti dell'Outlook 4 - Scaricare l'ultima versione del BlackBerry Desktop Manager (se il pacchetto è quello Vodafone, la versione sul CD non è mo

Joomla! - Mettere la testata in Stampa

Come è noto Joomla! è uno dei più usati CMS (Content Managment System) che consente di avere un ambiente (environment) sul quale costruire e sviluppare siti e portali. Uno dei problemi più noti è quello di poter inserire la testata nel file da stampare. Ad esempio se il mio sito si chiama dicecca.net - Blog ed ha un logo particolare che voglio pubblicare come testata, nella conformazione classica, non posso farlo. Come risolvere? Premesso che tutto il sistema è scritto in linguaggio PHP, il file che viene chiamato in causa è component.php che si trova nella cartella /[sito (1)] /templates/system Il file ( che è possibile scaricare qui in formato testo ), alla riga 40 inizia il Body del testo. Alla riga 41 inizia l'inclusione del testo dell'articolo che si è deciso di stampare, che a sua volta viene aperto in una finestra popup. Dando un taso invio, dalla riga 41 è possibile inserire il riferimento ad una immagine e/o un formattato HTML della testata del nos